venerdì 28 febbraio 2014

Sgambaro, la pasta buona amica dell'ambiente.

Buongiorno a tutti,
ieri pomeriggio non sono più riuscita a pubblicare questo articolo e lo faccio oggi. Come vi avevo accennato si parlerà di PASTA!
Ma non una pasta qualsiasi! Parleremo di


Sgambaro si occupa della produzione di pasta dal 1947, anno in cui il nonno degli attuali proprietari avviò l'attività. Producono diversi tipi e formati di pasta, oggi però vi voglio parlare di un particolare tipo di pasta che a me personalmente sta molto a cuore. Anni fa infatti mi è stata diagnosticata un'intolleranza a tutto ciò che era a base di latte e tutto ciò che era a base di grano. Per due anni ho dovuto seguire una dieta ferrea, utilizzando dei sostituti che però erano difficili da trovare e molto costosi. In quel periodo ho conosciuto il farro e il kamut, che mi consentivano di mangiare un piatto di pasta, qualche biscotto a colazione o una focaccia impastata con farina appunto di farro o kamut. Nonostante la diffidenza iniziale devo dire che questi prodotti sono alla fine entrati a far parte dei miei prodotti preferiti e anche se adesso li uso alternadoli a prodotti di grano classici rimangono un punto saldo della mia alimentazione.

Inizio mostrandovi una foto dei prodotti Sgambaro che ho provato ultimamente.

 In alto partendo da sinistra
  • Penne Rigate Trafilate in Bronzo Grano Duro
  • Spaghetti n° 5 Trafilati in Bronzo Grano Duro
 In basso partendo da sinistra
  • Tortiglioni Farro Dicoccum
  • Spaghetti n°5 Trafilati in Bronzo Kamut
  • Penne Rigate Farro Dicoccum
  • Penne Rigate Kamut
La ricetta di oggi prevede l'uso dei Tortiglioni Farro Dicoccum.

Tortiglioni di Farro al Ragù


 Ingredienti
  • Tortiglioni di Farro Sgambaro
  • passata di pomodoro
  • macinato di carne
  • insaporitore per sughi
  • cipolla, carota, sedano
  • aglio e peperoncino
  • olio evo
  • Sale e pepe
  • birra
Procedimento.

Peliamo la cipolla e tritiamola finemente, io uso la grattugia per il formaggio, in modo che diventi quasi una crema.
Allo stesso modo grattugiamo una carota che abbiamo prima pelato e lavato. Tagliamo il sedano a pezzettini piccoli piccoli. Mettiamo tutto dentro una padella antiaderente con un bel filo di olio e l'aglio e facciamo soffriggere per bene. Quando la cipolla inizia a colorarsi aggiungiamo il peperoncino intero facendo attenzione a non bruciarlo. Appena il soffritto è pronto eliminiamo l'aglio e il peperoncino e aggiungiamo la carne macinata che avremo prima messo a marinare con un po' d'olio e qualche spezia (niente sale). Facciamo scottare la carne e dopo qualche minuto sfumiamola con un bicchierino di birra. Una volta evaporato il liquido della birra aggiungiamo la passata di pomodoro, un filo di olio e l'insaporitore per sughi.
Facciamo cuocere una mezz'oretta abbondante, aggiungendo se necessario un bicchiere di acqua. Verso la fine della cottura controllare se è necessario aggiungere del sale e del pepe.
Mentre il ragù cuoce, quando mancano circa 15 minuti a fine cottura, mettete sul fuoco una pentola di acqua salata. Appena l'acqua bolle versate 80-100 grammi di pasta a persona (dipende dalla fame che avete). Il tempo di cottura di questa pasta è quello indicato sulla confezione, percui dopo 8-9 minuti (dalla ripresa del bollore) assaggiatela per selezionare il grado di cottura che preferite. Scolate la pasta e versatela direttamente dentro la padella con il sugo. Accendete il fuoco e fate saltare un paio di minuti in modo che insaporisca in maniera perfetta.

Se volete maggiori informazioni su Sgambaro e la loro ottima pasta vi consiglio di visitare il loro Sitoweb.

A presto con altre ricette!

Elisa


1 commento:

concetta vitulano ha detto...

ho avuto modo di provarla, veramente buonissima...ti aspetto da me :)